La Professione del Chimico

L’occupazione come chimico

richiede, a seconda dell’impiego: la laurea triennale o la laurea magistrale per impieghi di maggiore responsabilità, che sono la maggior parte di quelli da chimico; per la carriera presso le università e gli enti di ricerca pubblici è importante il possesso del dottorato di ricerca. Per esercitare in Italia come libero professionista è necessario sostenere l’esame di stato e l’iscrizione all’albo dei chimici.

Le principali attività di un chimico possono essere:

 

Campo analitico:

Analisi chimiche e biochimiche

Sicurezza e valutazioni nel campo dell’acustica ambientale e delle emissioni magnetiche ed elettromagnetiche

Certificazioni di qualità secondo le norme ISO9000, ISO14000, EMAS, ISO 17025

 

Campo ambientale:

Monitoraggio ambientale

 

Libera professione/perizie:

Perizie, consulenze e pareri negli interventi sulla produzione di attività industriali chimiche,

impianti chimici, macchinari e merci

 

Campo industriale:

Elaborazione di processi chimici di produzione e trattamento sostanze chimiche

Sintesi organiche nell’industria farmaceutica e biotecnologica

Responsabilità degli impianti con impiego di gas tossici

 

Campo di progettazione/impiantistica:

se ti piace fare il progettista ed il collaudare presso industrie chimiche, impianti chimici, eccetera

 

Ricercatore

contribuire allo sviluppo della ricerca scientifica in campo chimico nei vari settori in cui le scienze chimiche si diramano

 

Insegnamento e divulgazione scientifica

Se ti piacerebbe trasmettere la conoscenza della chimica alle generazioni future insegnando nelle scuole, università o privatamente.

Scrivere libri per tutte le età riguardanti la scienza

Coinvolgere i giovani ad avvicinarsi alla scienza partecipando a seminari ed eventi pubblici in piazza