Interessi di Ricerca

Risultati immagini per ricerca

Dopo aver ricevuto il titolo di “Dottore in Ricerca” per cui ho lavorato 1 anno (dal 2015 al 2016) come PostDoc presso l’Università di studi di Napoli Federico II, sotto la supervisione del Prof. Orlando Crescenzi, partecipando a un progetto computazionale riguardante le “proprietà fotofisiche e fotochimiche di combinazioni di prodotti organici di interesse biologico in soluzione e in sistemi organizzati “ attraverso l’uso del calcolo DFT.

Ho completato la mia più recente posizione di ricerca a Pisa da giugno 2016 a giugno 2017, presso la Scuola Normale Superiore come PostDoc supervisionato dal Prof. Giuseppe Brancato, il lavoro ha coinvolto un progetto sull’uso delle tecniche TD-DFT per simulare gli “effetti induttivi di sostituenti nei processi di fotoeccitazione di azobenzene e suoi derivati”. Da un punto di vista generale la mia attività di ricerca è stata avviata fin dall’inizio dei miei studi (dalla laurea specialistica a quella di dottorato) nel campo della ricerca di nuovi materiali con applicazioni considerevoli per un tipo di economia sostenibile (ad esempio, fonti di energia rinnovabile, processi a basso impatto ambientale, nuovi metodi per prevenire gli effetti dell’inquinamento sui beni culturali ecc …).

Durante gli studi della mia laurea triennale e specialistica, ho lavorato a un progetto riguardante le proprietà dell’ossido di titanio TiO2 e suoi derivati e materiali per nuove batterie agli ioni di litio ad alta densità energetica (LiFePO4) usando metodologie di sintesi allo stato solido e caratterizzazione di composti ottenuti mediante diffrattometria a raggi X; successivamente, nel corso di perfezionamento in Chimica presso la Scuola Normale Superiore (Pisa) , le stesse intenzioni sono state applicate da un punto di vista computazionale utilizzando metodi recentemente sviluppati (in particolare Density Functional Theory (DFT) e Time-Dependent DFT) per studiare gli stati elettronici di molecole dotate di un forte potere assorbente nel campo del visibile (coloranti).

A partire dal corso di dottorato i miei studi sono stati impostati più da un punto di vista teorico ma sempre aperto a un confronto diretto con la controparte sperimentale in cui il confronto dei dati computazionali corrispondenti si è sempre dimostrato un momento cruciale, infatti questo confronto diretto ha rivelato come i moderni metodi computazionali siano molto potenti, grazie anche all’aumento della potenza dei nuovi computer degli ultimi decenni. In particolare i miei principali interessi di ricerca e le mie esperienze nel campo computazionale riguardano la simulazione di spettri UV-VIS sia di assorbimento che di emissione direttamente confrontabili con la controparte sperimentale. L’applicazione di questi metodi si è rivelata una scelta di successo nella previsione delle proprietà ottiche delle molecole organiche e queste opere sono state pubblicate su riviste scientifiche sottoposte a valutazione paritaria, presentate a seminari e conferenze e pubblicate su manifesti. Un altro argomento importante che riguarda i miei studi è la previsione di effetti elettronici sia induttivi che di risonanza causati dalla presenza di particolari gruppi funzionali su molecole organiche, questi effetti sono in genere i punti chiave per comprendere le proprietà dell’intero sistema molecolare, come ad esempio le linee di assorbimento ed emissione oltre che le reazioni chimiche fotoindotte.